Come nascondere i permessi di root alle app

Se hai installato una custom rom sul tuo smarphone Android hai dovuto, obbligatoriamente, ottenere i permessi di Root.
Alcune app come ad esempio quelle bancarie non apprezzano la modifica del sistema operativo quindi si rifiutano di installarsi o di avviarsi.
Come risolvere il problema?

Come impedire alle app di rilevare il root?
La soluzione migliore sarebbe quella di togliere il root e quindi ritornare alla rom ufficiale?

Sicuramente è la prima soluzione che ci viene in mente ma esistono altre soluzioni che permettono di disattivare temporaneamente il root e impedire alle app di rilevarlo.
Questo infatti è necessario quando si desidera utilizzare le app che rilevano i permessi di Root come alcuni giochi e molte app come quelle bancarie che bloccare l’accesso agli utenti che hanno i permessi di root attivi sullo smartphone.

Magisk

Magisk

La prima app è Magisk che, con la funzionalità Magisk Hide, impedisce alle app di rilevare il Root e riesce ad evitare i problemi dovuti a SafetyNet di Google.
La prima operazione da fare è reinstallare Magisk Manager con un nome pacchetto casuale.
Aprire l'app Magisk Manager, cliccare sul'icona del menù. Cliccare su Impostazioni (Settings) e successivamente su "Nascondi Magisk Manager" (Hide Magisk Manager) per randomizzare il nome del pacchetto.
Il tutto avverrà in background.
Al termine l'app si chiuderà e si riavvierà con il nome del pacchetto randomizzato. Questa operazione permetterà di non far rilevare l'installazione di Magisk Manager a quelle app che si rifiutano di avviarsi o si bloccano a causa dei permessi di root.
Oltre al nome del pacchetto verrà modificato anche il nome dell'app, da Magisk Manager a Manager.
Dopo aver effettuato questa modifica è necessario utilizzare la funzione Magisk Hide per impedire alle app di rilevare il Root.
Aprire l'app Magisk Manager rinominata Manager, cliccare sull'icona del menù e successivamente sulla voce Magisk Hide.
Verrà fornito l'elenco delle app installate sul tuo dispositivo che rilevano il root.
Individuare le app interessate e mettere il segno di spunta su ognuna.
Alcune app potranno avere più si una voce nell'elenco di Magisk Hide. In questo caso cliccare sulla freccia verso il basso e spuntare la casella principale dell'app in modo che tutte le altre voci vengano selezionate oppure mettere la spunta su tutte le voci.

Così facendo potrai utilizzare tutte le app che prima rilevavano il root e non permettevano di poter essere utilizzate.

SuperSu

SuperSu

Anche SuperSu permette di disattivare temporaneamente il root.
Infatti entrando in "Impostazioni" è possibile disattivare temporaneamente il root. Dopo la disattivazione riavvia lo smartphone per rendere effettive le modifiche.
Il riavvio a volte potrebbe non dare i frutti desiderati perchè molte custom rom hanno il root integrato nel kernel e questo permette l'attivazione del root ad ogni avvio dello smartphone quindi, dopo aver disattivato temporaneamente il root da SuperSu, non riavviare ma apri l'app che si rifiuta di avviarsi per la presenza del root.

SuHide

SuHide

Un'altra app è SuHide (dell'utente Xda Chainfire) che permette di nascondere il root ad alcune app.
I requisiti per poter utilizzare SuHide sono:

  • Android 6.0 o versioni successive
  • Custom recovery TWRP
  • SuperSU 2.82 o superiore
  • Una ROM stock (perchè se usi Kernel/ROM personalizzati è probabile che fallirà il controllo di SafetyNet)

 

 


Copyright ©
Il testo e le immagini di questo sito sono di totale proprietà dell'autore.
Non ne è consentita la riproduzione, anche parziale, se non espressamente autorizzata.



Sostienimi con una donazione!

La tua “donazione” (qualsiasi importo) verrà usata per mantenimento, sviluppo, nuovi servizi e miglioramento di questo sito.